Coming soon….

Annunci

PAXOS PART II – Il ritorno

Tornare a Paxos è come tornare a casa. Una sensazione che ho iniziato a provare già dalla banchina del porto di Corfu, ansiosa di salire sul catamarano. All’arrivo ho avuto il magone per la felicità. Tutto era rimasto intatto e non vedevamo l’ora di esplorare tutto quello che ci eravamo persi l’anno prima. E questa seconda volta, a Paxos,  siamo rimasti ben 2 settimane.

L’appartamento era il LIMANI , sempre del complesso e dei proprietari della WHITEHOUSE che, conoscendoci dall’anno precedente, ci avevano riservato addirittura un prezzo di favore.

 

 

Dal Limani si gode una favolosa vista sulla baia di Lakka.

IMG_2609

 

E’ in posizione rialzata, ma in centro paese, a un passo dalle taverne e dalle spiagge. Metto il link a fine articolo.

Questa volta abbiamo rivisto tante cose già viste l’anno prima e abbiamo esplorato nuove spiagge, baie, taverne e panorami nuovi girando in scooter. Una delle spiagge che ci aveva tanto colpito ma non eravamo riusciti a trovare è GLYFADA. A Glyfada arrivi o via mare oppure da un sentiero che non si trova facilmente , in mezzo ad un desolato ma pittoresco paesino: Dendiàtika (dove tra l’altro ci sono isolate e affascinanti case in affitto!). Si percorre un sentiero piuttosto ombreggiato, nel verde, fino a che, questo è lo scorcio:

 

 

Alle sue spalle, un sentiero invita all’esplorazione e, poco distante, abbiamo trovato una villetta privata e chiusa che deve essere un idillio

IMG_4370

IMG_4377

 

Questa spiaggia è quasi sempre deserta, ci è capitato di andarci ed essere soli per tutto il giorno. Altrimenti, di solito, frequentata da poche famigliole inglesi molto educate e rispettose.

L’acqua è cristallina, la spiaggia di ciottoli bianchi e il fondale si abbassa già dopo pochi metri. E’ circondata da ulivi e grilli ma non è per nulla attrezzata, quindi bisogna pensare alle riserve di acqua. In linea d’aria si trova, a pochi metri, la spiaggia di Monodendri e probabilmente la si raggiunge da un sentierino che costeggia le glyfada houses, ma non lo abbiamo provato. Queste case fanno parte di un complesso di proprietà inglese, molto bello, con tanto di taverna a cui si accede da Monodendri e di cui ho già parlato. Assolutamente necessaria la macchina.

 

ANTIPAXOS: l’isolotto di Antipaxos si raggiunge in barca con gite giornaliere che partono dal porto di Gaios. Ce ne sono diverse, per poter scegliere quando partire e quanto fermarsi. Inoltre ci sono 2 tipi di gita: con la barca più grande si può approfittare per circumnavigare Paxos. E’ un giro lungo, che però permette di vedere alcune spiagge raggiungibili solo via mare, come la GALAZIO BAY (con sosta per un tuffo),

IMG_2704

 

le grotte dall’acqua blu cobalto

 

IMG_2698

 

e l’arco di Trypitos.

 

Il ritorno fa il giro a est con altri bellissimi scorci. La prima volta abbiamo preso questa barca per vedere la costa di tutta l’isola. Quando ci siamo tornati, abbiamo preso la barca più piccola (alternata a motoscafi) che fa semplicemente la spola Gaios/Antipaxos. Le barche fanno tappa nelle 2 maggiori spiagge dell’isolotto (che misura solo 3 Kmq) e sono Vrika e Votoumi. Ma ce ne sono altre, molto meno frequentate, in cui si arriva noleggiando una barchetta a Lakka o a Gaios.

IMG_2729

 

Votoumi è un po’ più grande di Vrika e, risalendo una lunga scalinata, si raggiunge una taverna favolosa: Bellavista.

 

IMG_2730

La vista già di per sé appagherebbe, ma il punto forte è il cibo che è ottimo e fresco, calamari fritti da manuale, griglia, vino della casa…Non si può non prevedere un pranzo lassù.

 

IMG_2725         IMG_2722

DSC01471

La spiaggia è caraibica. Non ha bisogno di descrizioni. Si può goderne e apprezzarla, nonostante l'”affollamento”. In luglio è minore ma anche in agosto si riesce a trovare posto per godersi quel mare fino a fine giornata, prendendo l’ultima barca che rientra.

IMG_2716           IMG_2712

 

Taverne

Mangiare  a Paxos è un vero piacere. Volendo, avendo casa a Lakka, saremmo potuti rimanere lì per tutto il periodo senza mai andare nella stessa taverna. E sono tutte ottime. Piccine, generalmente a gestione familiare, e ognuna speciale per qualcosa.

Qualche chicca:

di fianco al cimitero di Magazia c’ è una taverna che in estate porta fuori tutti i tavoli, rimane vuota dentro e fa un polletto alla griglia strepitoso. Il proprietario è un personaggio. Tra ‘altro non ci siamo accorti subito che il muro che la costeggia fosse quello del cimitero….quindi, particolare…Sopra ai tavoli corrono le file di lampadine, non ci si può sbagliare. La si nota forse più la sera che di giorno.

IMG_4494

IMG_4498
toilette donne
IMG_4499
toilette uomini

A Gaios, in uno dei mille vicoletti, c’è un risorantino che pare ricavato sotto una grotta e si mangia divinamente: Blu Grotto è il nome

 

IMG_2606      IMG_2603   IMG_2599

A Lakka il gyros più buono si mangia da Milo. Lui è il proprietario, non so come si chiami la taverna ma è molto piccolo, sulla banchina, più o meno di fronte all’Akis bar ( dove servono un moijto buonissimo).

IMG_2743
Akis bar

Le altre taverne sono tutte veramente degne di nota, peccato non ricordarsi i nomi…per ognuna noi abbiamo un riferimento di cibo, camerieri, proprietari, avvenimenti…e ce le ricordiamo così!

A Lakka non mancano i baretti per un ottimo caffè greco, tra l’altro sempre in ottima compagnia di avventori paxioti sempre felici di chiacchierare con gli italiani.

Anche Loggos pullula di posticini molto caratteristici in cui mangiare, soprattutto CENARE…più che altro perché, per il pranzo, spesso ci si trova in spiaggia ed è più comodo avere della frutta

lunch in loggos
Loggos

 

o dello yogurt oppure, se non sono baie isolate, salire in paese per un’insalata greca, tenendosi “liberi” per una succulenta cenetta.

 

IMG_2635

 

Noi non ci torniamo dal 2010 ma ho continuato a leggere DI Paxos. E ho letto che negli ultimi anni sono sbocciati hotel e dimore di charme, posticini un po’ d’elite e nuovi locali. Mi auguro che l’anima che la contraddistingueva sia rimasta la stessa e che gli abitanti abbiano accolto il turismo senza lasciarsi cambiare.

L’ultimo anno abbiamo cambiato alloggio e siamo stati con la Routsis Holidays agli appartamenti YORGOS STUDIOS,

IMG_4310

sempre a Lakka, appena dietro il centro. Metto il link: sono comodissimi, con cortile e giardino privati. Ce ne sono alcuni al piano terra ed altri al primo piano di un secondo edificio. I proprietari dell’agenzia (Irini e suo papà) sono gentilissimi ed accomodanti. Irini parla molto bene italiano. Hanno anche appartamenti più grandi e spaziosi su tutta l’isola.

Spero di avervi incuriositi. Spero di aver reso l’idea di quanto sia speciale quest’isola. E’ piccina, anomala, non ha vere e proprie comode spiagge di sabbia. Ma è uno scrigno da aprire giorno dopo giorno, seguendo le frecce che più vi ispirano.

Affittate uno scooter o una macchina (purtroppo non ci sono molti parcheggi nei paesini ma non si fatica a trovare posto) e MUOVETEVI, GIRATE, non fermatevi al primo paese o spiaggia che vi piace. Esplorate i sentieri e sbucherete in posticini DA RICORDARE!!

BUON VIAGGIO!!!

ph. E.Ivaldi e M.Manzini

 

http://whitehouse-paxi.gr/index.php/en/villas-apartments-eg/limani-rooms-eg

http://www.routsis-holidays.com/web/index.php/art/134/0/641/Yorgos-Studios.html